In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Divieto d’uso lotti specialitaà medicinali Zorias e Triclose. Ritiro lotto Orocin

Calabria Sanità

AIFA, l'Agenzia italiana del farmaco, con comunicazione del 3 novembre, ha disposto il ritiro volontario dal mercato , ha disposto l’immediato divieto di utilizzo su tutto il territorio nazionale, in attesa del risultato delle analisi, delle seguenti specialità medicinali: ZORIAS*30CPS 10MG – AIC 041619014 e ZORIAS*20CPS 25MG – AIC 041619065 della ditta Difa Cooper Spa - lotti nn.:4224 scad. 6/2016, 4225 scad. 6/2016, 4226 scad. 6/2016, 4325 scad. 6/2016, 5073 scad. 9/2016, 5074 scad. 9/2016, 5259 scad. 2/2017, 5260 scad. 2/2017, 5261 scad. 2/2017, TRICLOSE*20CPS 200MG – AIC 023406010 della ditta Farmitalia Srl – lotto n. 2013 scad. 1/2017. Il provvedimento si è reso necessario in riferimento alla segnalazione dell’Ufficio Attività Ispettive GMP – AIFA che comunicava la mancanza di convalida di analisi per i suddetti medicinali.

Le ditte Difa Cooper e Farmitalia dovranno assicurare l’immediata comunicazione del divieto d’uso a tutti i destinatari del lotto in questione, nel più breve tempo possibile, e non oltre 48 ore dalla ricezione del provvedimento. Con ulteriore e-mail pervenuta il 3 novembre 2015, l’Aifa, a seguito della segnalazione dell’Ufficio Attività Ispettive GMP – AIFA che comunicava la mancanza di convalida di analisi, ha disposto il ritiro dei lotti nn. 3067 e 3068 scad. 3/2016 della specialità medicinale OROBICIN*16CPR 300MG – AIC 011431018 della ditta Pharmaday Srl.I lotti in questione non potranno essere utilizzati e la ditta Pharmaday dovrà assicurarne l’avvenuto ritiro entro 48 ore dalla ricezione del provvedimento. In virtù di tale comunicazione, Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda ai pazienti in trattamento con i medicinali indicati di verificare il numero di lotto e, nel caso corrispondesse a quello ritirato, di sospenderne l'uso e di rivolgersi al proprio medico per una nuova prescrizione. Sempre al medico di famiglia gli assistiti potranno rivolgersi per ottenere qualunque tipo di chiarimento sul provvedimento e per avere maggiori informazioni sui motivi che hanno portato al ritiro dal mercato dei lotti in questione.