In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

“Non usate più l’Ala Octa”. Scandalo sanitario in Spagna

Calabria Salute

L'Agenzia spagnola ha annunciato che 41 pazienti avevano subito complicazioni dopo un intervento chirurgico degli occhi, e che 13 di loro hanno perso la vista. Un prodotto oftalmico tedesco, Ala Octa, è stato dichiarato responsabile e ritirato dal mercato spagnolo.

Il 23 settembre, l'agenzia di sicurezza nazionale del farmaco e dei prodotti per la salute francese (ANSM) ha annunciato il ritiro di questo prodotto dal paese. Ala Octa infatti è un prodotto oftalmico sospettato di aver provocato la perdita della vista di alcuni pazienti in Spagna e in Francia. L'annuncio dell'Agenzia spagnola, osserva Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, conferma la pericolosità di questo prodotto. Analisi chimiche e tossicologiche sono attualmente in corso e i campioni sono stati inviati a un Istituto specializzato di ricerca spagnolo. Sono stati confermati 41 casi, tra cui 13 pazienti che hanno perso la vista dall'occhio operato. Intanto ieri in Svizzera la società Alamedics ha invitato i suoi clienti a non utilizzare più l'Ala Octa. L'azienda si è mossa su richiesta di Swissmedic, dopo che in un ospedale elvetico è emerso un grave caso con effetti collaterali nocivi. In Italia sino ad ora non stati confermati casi.