In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Anas: disagi su moltissime strade della regione, causa frane

Calabria Infrastrutture
53 notizie correlate

L’Anas comunica che questa notte, a causa di alcune frane prodotte dalle forti precipitazioni, è stato necessario chiudere momentaneamente al traffico quattro diversi tratti della strada statale 106 Jonica.

Il primo tratto chiuso in entrambe le direzioni va dal chilometro 50 al chilometro 65, tra le località di Palizzi Marina e Brancaleone Marina. Il secondo, in entrambe le direzioni, va dal chilometro 65,8 al 67,20 in località Marinella di Ferruzzano. Il terzo tratto chiuso anch'esso in entrambe le direzioni va dal chilometro 83 al 92, in zona Bovalino Ardore. Il quarto tratto (in entrambe le direzioni) va dal chilometro 121 al chilometro 122 ed è compreso tra le località di Marina di Caulonia e Riace Marina. Deviazioni sono effettuate in loco. Sul posto sono presenti le Forze dell’Ordine, i Vigili del Fuoco e il personale Anas.

h 12:10 | Prosegue incessante il lavoro dell’Anas impegnata in queste ore con uomini e mezzi per rimuovere fango e detriti da moltissime strade della regione al fine di ripristinare il regolare flusso del traffico. A causa delle incessanti piogge permangono alcune limitazioni sulle strade della rete di competenza.

La situazione più critica lungo la strada statale 106 ‘Jonica’ nel tratto compreso dal km 50,000 al km 120,000, in provincia di Reggio Calabria, in più punti interessato da interruzioni dovute a frane e danneggiamenti provocati delle mareggiate e dalle piene dei torrenti. Dalla sera di venerdì 30 ottobre, presso la Prefettura di Reggio Calabria, si stanno coordinando le attività operative di emergenza per l’individuazione di percorsi alternativi locali che consentano di bypassare i tratti interrotti della strada statale 106 a seguito degli ingenti danni subiti anche dalla viabilità provinciale.

Nel dettaglio, tra i comune di Bruzzano Zefiro e Brancaleone, nei pressi del km 66,000, per effetto della forte mareggiata la SS 106 è interrotta a causa di un allagamento che ha provocato ingenti danni al piano viabile. Al Km 72,000, nei pressi di Ferruzzano, le squadre di pronto intervento Anas sono a lavoro per rimuovere i detriti di una frana che impedisce il transito e per verificare lo stato dei costoni rocciosi lungo a lato della strada. In località Ardore, al km 91,000 si registrano rallentamenti a causa di detriti sul piano viabile. Sono attualmente in corso le attività di rimozione e pulizia della sede stradale. Nella notte, in corrispondenza del Torrente Allaro (nel comune di Caulonia), si è resa necessaria l’interdizione al traffico del tratto all’altezza del Km 122,000 a causa del cedimento di un tratto di strada. Attualmente il traffico è deviato sulla SP 89.

Per la lunga percorrenza nord-sud si consiglia l’uso della Autostrada A3 ‘Salerno-Reggio Calabria’ e delle strade statali trasversali quali la SS 682, la SS 280 e la SS 534 che consentono il collegamento est-ovest.

Sempre in provincia di Reggio Calabria, è interrotta la strada statale 670 ‘dei Piani di Aspromonte’ nei pressi del comune di San Roberto a causa dell’esondazione di un torrente. Sulla strada statale 18 ‘Tirrena Inferiore’ sono presenti alcune frane tra il km 505,000 e il km 519,000 (località Bagnara). Sono tutt’ora in corso le operazione di rimozione dei detriti presenti sul piano viabile.

Sulla strada statale 182 ‘delle Serre Calabre’, il traffico è bloccato a causa di una frana al confine tra i comuni di Chiaravalle e Torre Ruggero, nel pressi del km 62,000. Sul posto sono presenti le squadre dell’Anas per cercare di ripristinare, anche solo provvisoriamente, la circolazione viste le numerose interruzioni alla viabilità locale provocate da smottamenti nei pressi dell’abitato di Torre Ruggero, in provincia di Catanzaro, che attualmente risulta isolato.

In provincia di Cosenza al momento si segnalano rallentamenti sulla strada statale 481 ‘della Valle del Ferro’, intorno al km 17,000, dove da venerdì sera sono in corso gli interventi di rimozione dei detriti. La strada è presidiata dal personale Anas per garantire la sicurezza della viabilità.

L'ondata di maltempo sta determinando interruzioni e rallentamenti alla circolazione su alcune linee ferroviarie. Alle ore 13, secondo quanto reso noto dalle Fs, è stata riaperta al traffico ferroviario la tratta Roccella Jonica - Bianco (linea Roccella Jonica - Melito Porto Salvo). Resta interrotta la circolazione fra Bianco e Melito Porto Salvo.

Due treni a lunga percorrenza (Intercity 562 e 559) sono stati fermati a Catanzaro e Reggio Calabria e sostituiti con bus via Lamezia Terme. Alle 11.30 è stata riattivata la tratta Roccella Jonica - Monasterace (linea Catanzaro - Roccella Jonica), interrotta da questa notte per il forte maltempo. Alle 20.50 di ieri, dopo gli interventi di pulizia dell'alveo sotto il ponte ferroviario (eliminazione di detriti, frasche, arbusti e tronchi d'albero trasportati dal torrente Condoleo) è ripresa la circolazione ferroviaria fra Bagnara e Villa San Giovanni Cannitello (linea Paola - Reggio Calabria).

Previsti comunque allungamenti dei tempi di viaggio per la riduzione di velocità (30 km/h), imposta ai treni, in via precauzionale, su alcuni tratti di linea per l'allarme meteo ancora in atto. Le squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana e di una ditta esterna di manutenzione - circa 250 uomini - stanno monitorando l'evolversi della situazione e in particolare le condizioni di sicurezza per la percorribilità dei binari da parte dei treni.

(ultimo aggiornamento 15:19)