In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Da Napoli e dal Partito del Sud la sfida per far ripartire il Paese da sud

Calabria Politica

Si è tenuto sabato a Napoli, presso l’hotel Alabardieri, il V Congresso nazionale del Partito del Sud che ha visto un’ampia partecipazione di ospiti nazionali e internazionali e di iscritti e simpatizzanti del Partito del Sud. Dopo l’intervento introduttivo di Andrea Balìa, Vicepresidente nazionale e padrone di casa perché della federazione campana del partito, è intervenuto il Presidente nazionale Natale Cuccurese che ha tracciato dapprima un excursus di quanto fatto dal Partito del Sud dal precedente Congresso 2013 ad oggi e poi ha letto il documento programmatico e manifesto politico del Partito del Sud per i prossimi due anni dal titolo: “Il Momento è adesso!”.

Documento subito molto apprezzato e condiviso dagli ospiti presenti per chiarezza di obiettivi, coerenza di linea politica, visione strategica per il futuro del sud, dell’Italia, dell’Europa, del Mediterraneo. Sono stati in tanti ad intervenire, a cominciare da Antonio Russo membro della direzione nazionale delle ACLI, che ha subito elogiato il documento presentato dal Partito del Sud confermando che sui diritti, sullo sviluppo, sul sud e sull’intero Paese c’è tantissimo da fare.

Particolarmente apprezzato anche l’intervento di Fernando Martinez De Carnero che ha parlato dei punti di contatto che ci sono tra visione politica meridionalista e mediterranea del Partito del Sud e Podemos e ha ribadito come moltissime delle cose scritte nel documento programmatico del partito sono coincidenti con le tesi di Podemos in Spagna.

Tutti interessanti, arricchenti e portatori di ulteriori contributi al dibattito gli interventi che si sono succeduti durante la mattinata e tra questi citiamo: Michele Ammendola del comitato ioLotto, Patrizia Lusi del PD di Puglia, Francesco Emilia Borrelli Consigliere Regionale campano dei Verdi, Nino Daniele Assessore del Comune di Napoli alla Cultura con un messaggio, Pino De Stasio consigliere Municipalità II del Comune di Napoli, Pietro Golia editore Controcorrente, Antonio Luongo Consigliere Comunale Napoli, Fiore Marro presidente Comitati due Sicilie, Massimo Preziuso presidente dell’associazione “Innovatori Europei” con un messaggio, Massimo Costa di “Sicilia Nazione” con un messaggio, Armando Vittoria membro Coord. Prov. SEL Napoli e Assessore III Municipalità.

I lavori della mattina si sono conclusi con gli ottimi interventi dei due ospiti illustri del Congresso e cioè del Sindaco di Napoli Luigi de Magistris (di cui riproponiamo la registrazione dell’intervento) e di Michele Emiliano Governatore della Puglia collegatosi da Bari via Skype (di cui riproponiamo la registrazione dell’intervento).

Nel pomeriggio i lavori del congresso sono proseguiti solo per agli iscritti, procedendo all’approvazione dei Bilanci 2013 e 2014, del documento politico proposto nel corso della mattinata, di mozioni proposte da iscritti al Partito. Si è proceduto inoltre alla votazione, in una rosa di quattro, di un nuovo simbolo rappresenterà il Partito del Sud già dalle prossime tornate elettorali e che sarà presentato nelle prossime settimane non appena registrato. L’attuale simbolo sarà utilizzato per pubblicazioni, eventi di carattere divulgativo storico e culturale.

Durante i lavori è stato eletto il Consiglio direttivo nazionale ed è stato confermato con votazione unanime Natale Cuccurese come Presidente del Partito del Sud e come Vicepresidenti Andrea Balìa e Michele Dell’Edera. Il Consiglio direttivo nazionale, composto da 16 persone, si avvarrà della collaborazione di Responsabili Aree Tematiche interni al Partito per intervenire con sempre maggior prontezza, competenza e propositività su argomenti sui quali il Partito andrà ad impegnare la propria azione nei prossimi mesi.