In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Fiom, Roccisano si è impegnata per “Conferenza di servizio” su buon lavoro e impresa

Calabria Attualità

"L’assessore regionale al lavoro Roccisano si è impegnata a convocare entro la prima decade di Novembre una “Conferenza di servizio” per il buon lavoro e la buona impresa nel governare la fase realizzazione del “ Piano banda ultra larga” nella nostra regione". E' quanto scrive la Fiom Cgil.

"E’ questo - continua la nota - l’importante impegno definito ieri, 26 Ottobre alla fine di un incontro, formalmente chiesto, tra la FIOM-CGIL della Calabria tra cui una delegazione di lavoratori in ammortizzatori sociali, l’assessore regionale Roccisano e funzionari della sua struttura.

Anche se con ritardo, e dopo aver sciupato una prima fase di lavoro di messa in posa della fibra ottica conclusasi a giugno, la Giunta Regionale, per impulso dell’assessore Roccisano, sembra aver compreso l’importanza di questo investimento nella infrastrutturazione di rete, come occasione di implementazione anche di politica attiva del lavoro, capace di dare ristoro alle aspettative di centinaia di lavoratori competenti, qualificati e da sottrarre alla speculazione del lavoro nero, attivando le clausole di salvaguardia e di responsabilità sociale dell’impresa che la FIOM – CGIL rivendica da sempre.

Infatti riferimento dell’impegno sarà l’importante protocollo di intesa per il lavoro e la legalità, sottoscritto il 15 Settembre scorso a Roma tra il MISE, le OO.SS. e le imprese esecutrici del “piano per la banda ultra larga”, che individua nella nostra regione uno dei luoghi più significativi. Queste parti istituzionali e sociali verranno coinvolte nella conferenza regionale in relazione al loro ruolo nell’investimento in Calabria.

La FIOM- CGIL della Calabria, che da tempo si sta battendo per la definizione di un percorso trasparente, capace di monitorare, limitare e qualificare il ricorso alla catena nefasta del sub-appalto, porterà al tavolo della conferenza di servizio le sue proposte operative, per qualificare al meglio l’opera, attraverso una contrattata azione sull’organizzazione del lavoro, degli orari, sulla sicurezza, nel pieno rispetto del CCNL".