In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Unipolsai: cresce in Calabria l’utilizzo dell’auto

Calabria Attualità

Cresce nel 2014 l’utilizzo dell’auto in Calabria: utilizzata, in media, 7 giorni in più rispetto al 2013, con 163 km annui percorsi in più. Incremento che pone la regione al vertice, insieme a Sardegna e Puglia, nella classifica nazionale dei giorni di utilizzo (297 gg) rispetto a una media nazionale di 288 giorni” - afferma Enrico San Pietro, vice direttore generale area Danni e Sinistri di UnipolSai - a commento dell’Osservatorio UnipolSai sulle abitudini al volante degli italiani nel 2014.

L’Osservatorio è stato realizzato in seguito all’analisi1 dei dati di circa 2,3 milioni di automobilisti assicurati UnipolSai che installano la scatola nera sulla propria autovettura, settore nel quale la compagnia è leader in Italia e in Europa per numero di apparecchi installati.

I calabresi trascorrono 1 ora e 32 minuti al giorno in automobile (5 minuti in più rispetto al 2013), guidando a una velocità media di 28,2 km/h, inferiore di oltre 2 km/h rispetto alla media nazionale e tra le meno elevate a livello nazionale, dopo Campania (25,7 km/h) e Sicilia (26,1 km/h).

Tale dato influenza anche il maggior tempo trascorso in auto: chi guida a Reggio Calabria trascorre in auto complessivamente 20 giorni (considerando le intere 24 ore) l’anno in auto, 3 giorni in più rispetto alla media nazionale e 2 giorni in più rispetto al 2013. Nell’analisi dei dati, giova sottolineare che la presente indagine non tiene conto dei km percorsi sulle due ruote, mezzo di trasporto particolarmente utilizzato nelle città.

Secondo i dati di UnipolSai - prima compagnia in Italia nel Ramo Danni, in particolare nell’RCAuto - in Calabria si percorrono mediamente 12.851 km l’anno, dato sostanzialmente in linea con la media nazionale di 12.782 km.

“Rispetto al 2013 si registra – sottolinea San Pietro – un’ulteriore riduzione della qualità complessiva dell’esperienza di guida per i calabresi con un aumento del tempo trascorso in auto di 5 minuti al giorno a fronte di una diminuzione di 2 km/h della velocità media, la cui spiegazione è da ricercarsi nell’incremento del traffico o in criticità legate alla viabilità” – ha concluso il vice direttore generale area Danni e Sinistri Enrico San Pietro.

Nel dettaglio delle singole province, Catanzaro è quella in cui si percorrono più km, 13.287, seguita da Cosenza (13.170 km) e Crotone (12.838 km), mentre a Reggio Calabria si percorrono solamente 12.159 km annui.n Reggio Calabria è invece la provincia in cui l’auto è utilizzata per più giorni durante l’anno, 306, terzo valore rilevato a livello nazionale, contro una media regionale di 297 giorni e una media nazionale di 288 giorni. Auto che viene però utilizzata per spostamenti mediamente più brevi rispetto alle altre province. Reggio Calabria è, infatti, tra le province italiane in cui si percorrono meno km al giorno, in media 40.

Da segnalare come gli automobilisti di Crotone percorrano solo il 4,5% dei km complessivi in autostrada, rispetto a una media nazionale del 17,5%, a causa dell’assenza di un’arteria autostradale nella provincia. Come nel resto d’Italia il venerdì è il giorno in cui i calabresi percorrono più km in auto, mentre il premio di province più “nottambule” spetta a Cosenza e Reggio Calabria con il 4,2% dei km complessivi percorsi durante la notte.

Il numero di scatole nere in Italia ha raggiunto circa 4 milioni di unità, di cui UnipolSai detiene circa il 60%, un apprezzamento legato non solo per la possibilità di ottenere uno sconto significativo sull’RCAuto e sulla polizza Furto e Incendio per chi sceglie l’installazione a bordo della vettura.

In caso di incidente, infatti, la scatola nera è in grado di registrare data e orario dell’evento, posizione Gps, velocità del veicolo ed essere in questo modo particolarmente utile in caso di contestazioni, sia in caso di sentenze del giudice sia in caso di multe non dovute. In caso di incidente grave, il dispositivo può inoltre rappresentare un reale strumento “salva vita” in quanto invia automaticamente un allarme alla Centrale Assistenza grazie al Servizio di Allarme Crash e, infine, in caso di furto del veicolo, ne facilita il ritrovamento.