In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Ammortizzatori sociali, Roccisano: riparare i preesistenti “handicap organizzativi”

Calabria Attualità

L’Assessore regionale al Lavoro Federica Roccisano – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta – interviene sulla situazione di emergenza che, peraltro, si sta affrontando in modo incessante in queste ore, in cui versano gli ammortizzatori sociali in deroga della nostra Regione ed il Progetto “Garanzia Giovani”.

Premesso che la questione degli ammortizzatori sociali in deroga è funzione esclusiva del Ministero del Lavoro, “le Regioni – ha detto l’Assessore Roccisano - in virtù della delega, erogano i sussidi agli aventi diritto in base ai trasferimenti delle risorse ministeriali. La Regione, per volontà del Presidente Oliverio si è fatta carico, in un incontro dello scorso dodici giugno, alla presenza del Ministro Poletti, di garantire il pagamento delle mensilità mancanti per gli anni 2013 e 2014, utilizzando risorse regionali.

La Regione ha già programmato circa quarantuno milioni da destinare ai percettori, questi sono in attesa del parere definitivo del Ministero dell’economia e finanze, parere necessario per autorizzare l’Inps ad erogare i sussidi arretrati. A tal proposito è utile sottolineare che, solo recentemente, questo assessorato ha attivato un’interlocuzione con l’agenzia di coesione, riuscendo, così, a superare le criticità ereditate ed a programmare gli step successivi per garantire l’erogazione delle somme nel più breve tempo possibile.

Ulteriore riprogrammazione riguardante Por e Pac è in corso per circa 93 milioni, risorse da destinare sempre a precettori di mobilità in deroga. Nel corso di questi giorni l’ Assessorato al Lavoro si sta anche preoccupando, non solo di garantire sostegno al reddito, ma, sempre tramite le risorse sopra citate, di attuare un piano di politiche attive a favore dei percettori in deroga, mirato, per quanto possibile, ad un loro reinserimento nel mondo del lavoro. Tutto ciò, ricordo, è stato concordato con le sigle sindacali nell’ultimo incontro tenutosi in Regione lo scorso ventotto settembre alla presenza del presidente alle Oliverio.

Molti sanno, ma è bene ogni tanto ricordarlo, che la Regione sta assumendo e coprendo carenze giuridiche e responsabilità di funzioni governative. Non per ultimo, sempre per quanto riguarda i lavoratori in deroga, l’Assessorato è intervenuto, creando un gruppo di lavoro apposito, a recuperare i ritardi precedentemente accumulati sull’erogazione delle competenze che riguardano circa quattrocento comuni calabresi che hanno offerto servizi di tirocinio per gli stessi. Su “Garanzia Giovani”, invece, - continua l’Assessore Roccisano - si sta lavorando per riparare i preesistenti “handicap organizzativi”.

Il bando pubblicato il sette aprile scorso, in soli quattro mesi, ha consumato quattordici milioni di euro, senza essere stato precedentemente previsto, però, di attivare il sistema informativo adeguato in grado di garantire il pagamento dei sussidi spettanti ai tirocinanti. Per recuperare tale incresciosa situazione, l’assessorato è a lavoro per attivare un sistema di gestione e controllo, necessario per trasferire i dati alla sede regionale dell'Inps in qualità di soggetto erogatore.

Contiamo, anche qui, di recuperare tale deficit e provvedere a regolarizzare il ritardo sui pagamenti accumulato per la carenza di personale che fisicamente gestisce le pratiche provenienti da ogni angolo della Calabria e, parallelamente, stiamo anche lavorando per attivare le altre misure ad oggi giacenti. Il nostro obiettivo è dare risposte certe ai lavoratori che sono la nostra priorità e in questo senso lavoreremo insieme alle parti sociali”.