In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Dalla Calabria a Castelfidardo per rappresentare l’Italia del folk

Calabria Tempo Libero
cerseyo

Il gruppo etnico-popolare calabrese dei “Cerseyo” sarà protagonista, da domani, 17 settembre, al prestigioso Premio internazionale di musica di Castelfidardo (Ancona). I “Cerseyo” rappresenteranno, unici e soli, l'Italia nella speciale categoria che li vedrà sfidare gli Acordeones del Uruguay (Uruguay), Bojana and Nikola Pekovic/Alexander Jakovljevic (Serbia e Montenegro), Expecto (Russia), Kalina Ensemble (Russia), Cossack Freedom Ensamble (Russia), Symetrio (Polonia), Galician Voyage (Spagna). Il gruppo dei “Cerseyo” (dal greco “antico abitanti-viventi della terra”) ha sede a Torre di Ruggiero ed è composto da 8 elementi: Nicola Platì, diplomato al conservatorio di Vibo Valentia e insegnante di musica presso la scuola media di Squillace Lido, (basso elettrico);

Francesco Renda, diplomato al conservatorio di Vibo Valentia e insegnate di musica presso la scuola media di Soriano Calabro (fisarmonica e voce); Marco Gagliardi, diplomato al conservatorio di Vibo Valentia, insegnante privato di musica, (chitarra); Cosimo Renda, studente al sesto anno di fisarmonica presso il conservatorio di Vibo Valentia; Giuseppe Rotiroti (batteria e percussioni); Mario Garito (sax soprano, tastiere, pipita calabrese e voce); Roberto Alongi (lira calabrese e lirone calabrese e tamburello); Marianna Pacicca (voce solista del gruppo). Pur avendo alle spalle un solo anno di vita, ha già ottenuto numerosi riconoscimenti e successi, nel campo della musica etnica. Il 30 aprile 2014 ha presentato al teatro Impero di Chiaravalle il primo lavoro discografico dal titolo “Epoca Nova,” cd che si compone di 10 tracce, riscuotendo immediatamente e soprattutto nel corso della stagione, un enorme consenso popolare, documentato dalle vendite non solo in Calabria ma anche Svizzera e Germania. Il 24 agosto 2014, essendo tra i 5 finalisti del prestigioso Premio Manente ha vinto la categoria social, con il brano ed il video di “A Litturina”.

Il 28 agosto 2014 ha partecipato ad una altro concorso per gruppi etnici, il “Vibo tarantella Festival”, categoria nuove proposte, piazzandosi al secondo posto nella classifica generale. Il 26 ottobre 2014, grazie alla posizione guadagnata al Vibo Tarantella Festival, è stato scelto per una esibizione a Roma in qualità di rappresentante della Calabria. Nel mese di novembre ha partecipato alle riprese del documentario “Musica per la Pace”, con uno dei musicisti più apprezzati e richiesti sul panorama internazionale, ossia il percussionista indiano Rashmi Bhatt, nel corso di uno scambio culturale trasmesso dal Tg3 della Rai e da Telejonio. Il 30 novembre 2014, ha tenuto il primo concerto in Svizzera, precisamente a Zurigo, riscuotendo un successo così grande da sfociare in altre due tappe elvetiche programmate nel mese di maggio. Il 3 agosto è stato presentato il secondo lavoro discografico dl gruppo dal titolo “Primu Amuri”, corredato da ben 2 video clip.

Il gruppo ha, infine, ottenuto dalla commissione esaminatrice, il placet per partecipare al Premio internazionale di musica di Castelfidardo, considerato uno tra i più importanti eventi inseriti dalla Regione Marche tra le eccellenze di Expo 2015.