In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Barbanti (Al): “Mozione Intergruppo Amici del Termalismo”

Calabria Politica
Sebastiano Barbanti

“Con 378 stabilimenti, oltre 60mila addetti e un fatturato annuo diretto di circa 800 mln di euro, il settore termale è una delle parti integranti del nostro patrimonioturistico-culturale. Settore che nel periodo 2008/14, grazie alla congiuntura economica negativa del nostro paese , ha subito un calo del fatturato per le cure di oltre il 20%". E' quanto scrive Sebastiano Barbanti deputato di Al.

"Ottenere degli strumenti - contibua la nota - che permettano di rinvigorire questo settore, che vede in Calabria enormi potenzialità ma che gli ultimi dati Istat mettono all’ultimo posto come arrivi e penultimo come presenze nei centri termali, ritengo sia un’opportunità irrinunciabile per chi vuole tutelare la crescita turistica del nostro territorio e la salvaguardia dei posti di lavoro.

Per questo come membro dell’intergruppo parlamentare Amici del Termalismo , ho firmato la mozione del collega Fanucci (Pd) che impegna il Governo ad adottare una serie di provvedimenti di sostegno al termalismo, fra cui la destinazione delle risorse necessarie per la revisione, nel triennio 2016-2018, delle tariffe massime erogate dal Servizio sanitario; l’estensione a tutti i lavoratori stagionali, a partire da quelli del settore termale, l’indennità didisoccupazione prevista dalla Naspi, già attiva per i lavoratori del settore turismo; l’istituzione della Giornata nazionale delle Terme d’Italia ed infine all’introduzione una disciplina che definisca i criteri per il rilancio degli stabilimenti termali in mano pubblica.

Stabilimenti come quello delle Terme di Caronte a Lamezia(CS), delle Terme Luigiane a Guardia Piemontese (Cs), di Antonimina-Locri (Rc) , delle Terme Sibarite a Cassano (Cs) non possono trovarsi impreparati a ricevere un mercato che potenzialmente interessera’ – da fonti europee – 600 milioni di persone di 28 paesi, 2 milioni di medici e 20 milioni di infermieri ed operatori termali.

Spingeremo quindi per una rapida calendarizzazione in aula della mozione e lavoreremo con l’intergruppo parlamentare Amici del Termalismo ad una proposta di legge di riordino e di riforma del settore termale auspicando che queste proposte contribuiscano al rilancio di questo settore nel nostro paese e nella nostra Calabria".