In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Presentata la Giunta. Oliverio: cancelleremo i finanziamenti ai Gruppi regionali

Calabria Politica

"Proporrò una legge per cancellare i finanziamenti ai gruppi regionali che dovranno essere sostenuti solo in termini di servizi, senza più un solo euro". Lo ha detto il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, nel corso della conferenza stampa che si è svolta a Catanzaro e durante la quale ha presentato i componenti della nuova Giunta regionale.

La Regione è stata travolta, alla fine di giugno, dall'operazione "Erga Omnes" sull'utilizzo dei fondi dei Gruppi consiliari nella precedente legislatura, indagine che ha portato all'arresto di un assessore in carica e all’emissione di avvisi di garanzia per assessori e consiglieri.

Rispetto all'indagine, il governatore ha però asserito di essere “sicuro che i consiglieri in carica chiariranno le singole posizioni e sarà dimostrata la loro estraneità. Si tratta, però, di fatti gravissimi, per questo - ha concluso - occorre che si faccia luce fino in fondo e le responsabilità vengano colpite per avere trasparenza nell'utilizzazione delle risorse".

Con l'indicazione di una Giunta composta da assessori esterni all'assemblea, ha poi voluto ribadire Oliverio, "non si svilisce il ruolo del Consiglio regionale, l'opposto. Non lo si esalta se si esprime componenti nell'esecutivo". "La valutazione che mi ha portato a questa scelta - ha aggiunto - è rivolta a questa specifica fase, chi non lo capisce o è ottuso o è in malafede. Il ruolo del Consiglio regionale sarà centrale perché gli eletti potranno attivare la fase legislativa, di programmazione e di controllo". Il presidente ha infine ribadito che "Questa è una Giunta per la legislatura, che ovviamente si verificherà sul campo. Non ci saranno poteri extra istituzionali che - ha concluso - per troppo tempo hanno gestito il potere in queste stanze".