In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Rimborsopoli. Interrogato Fedele, l’ex assessore risponde alle domande del Gip

Reggio Calabria Cronaca
Luigi Fedele
41 notizie correlate

È durato circa tre ore l’interrogatorio di garanzia Luigi Fedele, sottoposto ai domiciliari nel corso dell’operazione Erga Omnes. L’ex consigliere regionale ha risposto alle domande (sottopostegli del Gip Olga Tarzia e dall'ufficio di Procura, rappresentato dall’aggiunto Gaetano Paci e dal sostituto Matteo Centini) ribadendo di non essere il protagonista di una cena a Montecarlo in cui sarebbero state consumate due bottiglie di champagne del costo di 727 euro.

Chiarite anche le contestazioni sulle spese ritenute “fittizie” presso il ristorante intestato al figlio, a Sant'Eufemia d'Aspromonte: i suoi difensori (gli avvocati Francesco Albanese e Rosario Infantino) hanno in tal senso depositato una documentazione nella quale vengono indicate 80 persone che possono testimoniare che le stesse si siano realmente svolte nel locale e che le cene sarebbero state organizzate per “raccogliere le richieste del territorio”che il politico, come capogruppo, veicolava attraverso i consiglieri del Pdl.

Quanto ai viaggi all’estero contestati dagli inquirenti per Fedele sarebbero stati tutti finalizzati ad attività istituzionale. Quanto all'acquisto di materiale informatico, tra cui risulterebbero tablet e cellulari, l’ex assessore ai trasporti ha spiegato ai magistrati che ha restituì tutto all'ufficio competente del Consiglio regionale nel momento in cui cessò di essere capogruppo del Pdl, nel 2012.