Arrestato latitante, era in Romania

Reggio Calabria Cronaca
Massimo D'Elia

I Carabinieri di Bianco hanno localizzato in Romania il latitante Massimo D’elia, 40enne, pregiudicato, di origine romane, ma da tempo residente a Rimini, colpito da un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica di Milano, dovendo espiare un cumulo di pene concorrenti di 7 anni, 2 mesi e 29 giorni di reclusione per violazione degli obblighi di assistenza familiare, lesioni personali e truffa.

Raggiunto da un mandato di arresto europeo, D’elia, non estraneo agli “ambienti calabresi”, è stato catturato da agenti della Criminal Investigation Unit del locale Country Police Inspectorate, in Botosani, ed estradato in Italia da personale dell’Interpol, previa attivazione da parte dei Carabinieri della Direzione S.I.Re.N.E. (Supplementary Information Request at the National Entries), ovvero l’ufficio delle Forze dell’Ordine italiane (interforze) che assicura il collegamento con gli omologhi uffici dei Paesi aderenti all’Accordo di Schengen, operativa presso il Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia del Ministero dell’Interno.