In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Confapi Calabria dialoga con l’Abania, a breve casa delle Pmi calabresi a Tirana

Calabria Attualità

Una casa degli imprenditori calabresi nascerà a Tirana, per sostenere e valorizzare gli scambi economici e imprenditoriale tra le aziende calabresi e quelle dell'Albania”. Ad annunciarlo il Presidente di Confapi Calabria, Francesco Napoli, risultato della due giorni calabrese del Vice Ministro Sviluppo e Turismo dell'Albania Gjon Radovani, intervenuto ad un incontro ospitato all'Università della Calabria al quale ha partecipato anche il Presidente di Confapi Calabria.

Il giorno dopo la tavola rotonda con il Prof. Francesco Altimari, docente Unical e l'imprenditore e presidene dell'Associazione culturale “G. De Rada”, il vice Ministro Gjon Radovani ha avuto un incontro con una nutrita delegazione di Confapi Calabria e di imprenditori delle diverse filieri afferenti a Confapi per gettare le basi di una collaborazione tra il governo e le imprese albanesi e calabresi, creando nuove sinergie tra il nostro sistema imprenditoriale e lo stato dell'Albania. “C'è un forte interesse reciproco a incentivare occasioni di sviluppo per le imprese di entrambe le sponde – ha affermato a margine dell'incontro il Presidente Napoli.

L'Albania è un Paese che cresce con una media del 3% all'anno, che guarda al futuro con una flax tax del 15%, e già molte aziende italiane hanno scelto di investire. La vicinanza, anche culturale e per tradizioni, non dimentichiamo che la nostra terra ospita importanti comunità arbereshe – continua Napoli . ci spinge ancora di più ad instaurare rapporti di collaborazione e sinergia per creare nuovi bussines. Altro dato importante – conclude il Presidente Confapi Calabria Francesco Napoli - il fatto che l'Albania oggi è un paese giovanissimo e quindo estremamente dinamico: l'età media è di appena 29 anni, mentre in Italia è di 44 anni. ”