In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Ncd: “Noi forza propositiva, maggioranza dica se accetta nostre idee”

Calabria Politica

"Ncd Calabria non ha responsabilità di governo e non vuole essere opposizione strumentale: abbiamo formulato una serie di proposte che il Pd deve comprendere e dire se intende accettare. Abbiamo consentito attraverso l’interrogazione proposta dal sen Gentile, di smuovere le acque stagnanti dell’ANAS sul crollo del viadotto, chiedendo che venga ripristinata al più presto la viabilità per impedire una grave crisi della domanda turistica verso la Calabria. Abbiamo sollecitato, con il capogruppo Giovanni Arruzzolo e il sen Giovanni Bilardi, una discussione sui nuovi dirigenti chiedendo alla Giunta di fare una ricognizione interna seria ed elaborata prima di procedere all’esterno. Abbiamo formulato la proposta di una grande stagione di investimenti infrastrutturali per la sanità con la costruzione dei nuovi ospedali".

E' questo quanto afferma in una nta l'Ncd Calabria aggiugendo che "Rispetto a questa triade rappresentativa di gravi problemi immaginavamo una discussione che portasse a un confronto, da noi auspicato, con il presidente Oliverio e con il partito democratico, che però ancora non è arrivato. Continuiamo a essere propositivi , per lo spirito che ci contraddistingue , non avendo altro interesse se non quello di portare a compimento soluzioni per i problemi della Calabria. Sarebbe un errore se il partito di maggioranza pensasse che tutto si circoscrive ai problemi e alle dialettiche del suo interno".

"Alternativa Popolare - afferma ancora l'Ncd calabrese - rappresenta un decimo dell’elettorato calabrese che vuole moderazione , che privilegia la soluzione alla decantazione dei problemi. Il richiamo di Oliverio all’apertura verso le proposte ed i suggerimenti delle altre forze politiche ha senso se viene sostanziato da una reale apertura che non riguarda né i posti di potere, né la divisione cencelliana. Riteniamo di poter collaborare al miglioramento della condizione dei nostri corregionali ma abbiamo necessità di trovare reciprocità. La nostra funzione in Consiglio - conclude - è quella di responsabilità. Attendiamo fiduciosi che sulle nostre idee ci possano essere convergenze".