In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Ife 2015: calabriaoli conquista il palcoscenico internazionale

Calabria Attualità

Si è conclusa la quattro giorni, epicentro del business internazionale food e drink: Ife 2015. L’importante salone londinese a cadenza biennale, ha riscosso un grande successo con gli operatori di settore provenienti da tutto il mondo, presentando le ultime tendenze della scena gastronomica e le specialità di oltre cinquanta Paesi riunite negli spazi dell’ExCel London. Quasi 30000 persone hanno frequentato l’evento biennale che si classifica come uno dei più grandi in Europa. Uno sguardo multiculturale sul mondo gastronomico: Olio, formaggi, carne, pesce, prodotti da forno, materie prime, salute e benessere.

La Calabria, è stata protagonista con il progetto regionale “CalabriaOli”, promosso dalla O.P. Associazione Olivicola Cosentina. L’Olio biologico calabrese ha conquistato produttori, distributori e consumatori presenti in fiera, per le sue caratteristiche uniche e di qualità. Nello stand, allestito appositamente per informare e promuovere il progetto CalabriaOli, i visitatori hanno degustato la specialità dell’olio biologico calabrese. È stata un’importante vetrina internazionale per tutta la Calabria che dà valore a una tradizione secolare che, l’Ass. Olivicola difende e promuove in tutto il mondo. Il presidente dell’associazione olivicola, Massimino Magliocchi - sottolinea “la volontà precisa di valorizzare e dare visibilità al prodotto olio extra vergine BIO della nostra terra. È stata un’esperienza significativa che ci permette di creare nuovi canali di confronto a beneficio delle nostre aziende agroalimentari. La “mission” è insomma quella di continuare il processo di internazionalizzazione e di incrementare e rafforzare il nostro prodotto di qualità per il territorio ed i produttori attraverso l’export”.