In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Elezioni Rsu, Torluccio: “La Uil Fpl in crescita, schiaffo morale al Governo”

Calabria Attualità

I dati che man mano ci stanno giungendo dalle varie Regioni stanno confermando le nostre previsioni, ossia la UIL FPL è in crescita.

Lo dichiara in una nota il Segretario Generale Uil Fpl Giovanni Torluccio.

Tre le Regioni dove la Uil Fpl è prima: Umbria, Piemonte e Basilicata.

In Piemonte, nel comune di Torino siamo primi al 42,15%, crescendo di ben 7punti percentuali;

in Basilicata in soli 3 anni siamo diventati il primo sindacato sia in sanità che nelle autonomie locali;

in Umbria, nostra storica roccaforte, abbiamo raggiunto cifre che superano anche il 50% in molte realtà.

Ma ottimi sono i risultati conseguiti anche in altre regioni:

In Lombardia, citandone solo alcuni siamo primi presso gli Spedali Civili di Brescia con il 46%, nell’A.O. di Legnano siamo primi con il 44% delle preferenze, al Sant’Anna di Como con il 39%, nell’A.O.Desenzano del Garda con il 40%;

In Emilia Romagna presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria di Modena siamo primi al 34%;

Nel Lazio in sanità ci siamo riconfermati il primo sindacato nell’A.O.San Giovanni Addolorata e nell’Asl Roma G, rispettivamente con il 40% ed il 33%. Primato in sanità e nelle autonomie locali nella Provincia di Rieti con il 39%, in quella di Viterbo e Frosinone;

In Campania nell’Azienda dei Colli siamo primi al 32%, nell’autonomie locali a Castellamare di Stabia abbiamo raggiunto il 49%, nella Città Metropolitana di Napoli il 34%;

Nel Friuli Venezia Giulia ci siamo confermati primi in molte strutture ospedaliere, ad esempio nell’AAS2 di Gorizia con il 31% dei voti e nell’AAS3 di Cremona del Friuli al 27%;

In Sicilia, Messina mantiene il primato sulla Sanità, in crescita di ben 7 punti percentuali, raggiungendo punte del 50% come nel caso dell’ASP;

In Liguria nell’Azienda Ospedaliera Galiera siamo cresciuti del 16% arrivando al 60,7%; nelle autonomie locali nella Regione Liguria siamo primi al 38%;

In Puglia siamo primi al Comune di Bari e Lecce con il 38 ed il 35% delle preferenze;

In Sardegna siamo primi con il 31% circa all’Ospedale Brotzu, nelle autonomia locali nell’amministrazione provinciale di Olbia tempio siamo primi al 48%

In Calabria nell’azienda Ospedaliera Bmm di Reggio Calabria la Uil Fpl si afferma primo sindacato con il 47% dei voti.

Anche dall Abruzzo e dal Veneto ci stanno giungendo dati assolutamente lusinghieri, cosi come dalle rimanenti regioni.

Un altro dato confortante – prosegue Torluccio - è l’alta affluenza alle urne in tutte le regioni; percentuali che i nostri politici si sognano. I lavoratori hanno apprezzato le nostre tante battaglie contro i soprusi perpetrati ai danni dei dipendenti pubblici, ormai da anni, attraverso tagli, blocco dei contratti, blocco del turn over, non capendo che in questo modo si sta mettendo in ginocchio la pubblica amministrazione con la ovvia conseguenza di una riduzione dei servizi essenziali per i cittadini.

Ci dispiace per Renzi – conclude Torluccio - ma i sindacati sono vivi e vegeti, se ne faccia una ragione di vita. La si smetta una volta per tutte di attaccarci, la riforma della P.A. deve essere attuata coinvolgendo i lavoratori e le forze sociali che li rappresentano e si attivi immediatamente il tavolo per il rinnovo dei contratti restituendo il potere di acquisto ai lavoratori.