Parco Romani: Catanzaro, giudizi abbreviati slittano all’11 marzo

Catanzaro Cronaca
Parco Romani

È slittato all'11 marzo l'inizio della celebrazione dei giudizi abbreviati per sette imputati coinvolti nel procedimento giudiziario nato dall'inchiesta su presunti illeciti connessi al Parco commerciale "Romani", che sorge nel quartiere Sala, a Catanzaro, ed alla realizzazione al suo interno dell'Ente Fiera comunale, che l'Amministrazione aveva inizialmente deciso di collocare in un'area appositamente individuata a Germaneto.

Il carico di lavoro incombente oggi sull'Ufficio del giudice dell'udienza preliminare di Catanzaro ha reso necessario spostare la trattazione degli abbreviati, per dare la precedenza ai procedimenti con detenuti. A giudizio, in particolare, i presidenti di Confindustria Calabria e Catanzaro, Giuseppe Speziali e Giuseppe Gatto - che si sono autosospesi dalle rispettive cariche dopo aver ricevuto un'informazione di garanzia -, coinvolti in qualità di imprenditori; Giuseppe Grillo, presidente della societa' municipalizzata "Catanzaro Servizi"; Alba Felicetti, ex dirigente del Comune di Catanzaro; Pasquale Costantino, in qualita' di dirigente del Comune; Francesco Lacava, ex consigliere comunale e presidente del consiglio d'amministrazione della società "Parco Romani"; e l'avvocato Marina Pecoraro. Avra' inizio il 7 marzo, invece, il processo per i restanti 4 imputati, rinviati a giudizio il 12 dicembre (l'ex sindaco di Catanzaro, Rosario Olivo (Pd); Giulio Elia, consigliere comunale di Catanzaro e presidente della Commissione urbanistica dell'Ente; l'imprenditore Gaetano Romani, costruttore del parco commerciale; Biagio Cantisani, ex dirigente del Comune di Catanzaro e presidente dell'Ordine degli architetti). Nel procedimento, in cui sono costituiti parte civile il Comune di Catanzaro e la municipalizzata "Catanzaro Servizi", la pubblica accusa contesta, a vario titolo, i reati di falso, abuso d'ufficio, tentata truffa aggravata, tentata percezione di fondi pubblici, corruzione, distruzione soppressione o occultamento di atti, estorsione, concussione. (AGI)

29 notizie correlate