Danza, Associazione Anassilaos: incontro su Margot Fonteyn 

Conferenza
  • Data
  • Luogo
    Spazio Open, Reggio Calabria

Il centenario della nascita di Margot Fonteyn (1919-1991), una delle più grandi ballerine della storia della danza, sarà celebrato nel corso di un incontro promosso dall’Associazione Culturale Anassilaos. A parlare dell’artista sarà Fatima Ranieri, Membro del Consiglio Internazionale della Danza (CID) e responsabile Danza dell’Associazione Anassilaos.

La relatrice ripercorrerà i momenti più significativi della vita della ballerina soffermandosi, in particolar modo, sugli eventi artistici che ne hanno fatto una delle più celebri danzatrici del Novecento, dagli studi di danza a Londra sotto la guida di Seraphina Astafieva all’audizione, brillantemente superata, al Royal Ballet di cui divenne ben presto la prima ballerina e la musa ispiratrice di tanti balletti realizzati per lei dal coreografo Frederick Ashton (Ondine, Daphnis and Chloe, Sylvia).

La Fonteyn, che, a soli ventisei anni, fu una indimenticabile protagonista della “Bella Addormentata” di Čajkovskij è rimasta anche celebre per i sodalizi artistici realizzati con altrettanti geniali ballerini, da Robert Helpmann a Michael Somes fino al grande Rodolf Nureyev, il ballerino russo che nel 1961, in tournèe in Europa con il Balletto Kirov, chiese asilo politico alla Francia. Il 21 febbraio 1963 a Londra i due artisti si esibirono in Giselle, un evento che restò nelle cronache artistiche della danza di tutti i tempi.

Negli anni successivi la coppia si esibì in altrettante celebri coreografie sia classiche che realizzate appositamente per loro. Si trattò di una grande amicizia durata per tutta la vita cui mise fine soltanto la morte di Margot avvenuta nel 1991. La relatrice si soffermerà anche sugli aspetti più propriamente tecnici della danza della Fonteyn, quegli elementi che, come avviene per ogni forma di arte, caratterizzano un artista e i suoi tempi.