L’Elena di Euripide, relazione della prof Cannatà al Liceo Campanella

Conferenza
  • Data
  • Luogo
    Aula Magna, Liceo Campanella - Reggio Calabria

La delegazione locale “Ibico” dell’Associazione Italiana di Cultura Classica, ospiterà la conferenza di Maria Cannatà Fera dell’Università degli studi di Messina.

La relazione avrà come oggetto l’Elena di Euripide: la professoressa Cannatà illustrerà nel dettaglio gli aspetti notevoli dell’opera da un punto di vista storico, letterario e filologico, soffermandosi in particolare sull’interpretazione e sul commento di alcuni passi scelti della tragedia, la cui lettura verrà curata da un gruppo di alunni del Campanella, accompagnati dalle musiche eseguite da Sara Cogliandro, giovane e promettente violinista, anche lei studentessa del prestigioso Liceo reggino. L’incontro si propone di introdurre alla messa in scena della tragedia euripidea, prevista in occasione dell’ormai prossimo 55° Festival del Teatro Greco di Siracusa.

Per tutta la durata della conferenza sarà in esposizione un'opera realizzata per l’occasione dal giovane artista reggino Marco Labate dal titolo Elena, tecnica mista su lastre di ferro.

Maria Cannatà Fera è ordinaria di Letteratura Greca dal 1994 presso l’Università di Messina. Ha diretto numerosi progetti di ricerca a livello nazionale, oltre ad aver preso parte a svariati seminari e conferenze in Italia e all’estero; si occupa principalmente di poesia greca antica, in particolar modo di Pindaro (è in corso di stampa un’edizione delle Nemee da lei curata per la Fondazione Lorenzo Valla).